Sos Autunno

Autunno-4In questi anni ho aperto moltissimi guardaroba e tutte le volte penso che non mi stupirò più di quello che potrò vedere.. eppure… ormai mi sono rassegnata. Lo so già che non mi abituerò mai a:

30 tubini estivi

11 paia di stivali

30 paia di jeans

15 camicette bianche tutte uguali

6 paia di pantaloni cinque tasche color avorio

10 maglioncini di Zara tutti uguali, tranne che per il colore certo…

Stole e sciarpe improponibili mai usate che non accetterebbero nemmeno alla Caritas….

Eppure di tutto questo non riuscirò mai ad abituarmi alle vostre scusanti! Siete pronte a difendere con le unghie ed i denti quello che avete comprato e a giustificarlo in ogni suo minimo dettaglio! Beh.. a giustificare 30 paia di jeans ci vuole fegato eppure… Questi hanno questa tasca, questi altri questo dettaglio, questi sono di questa marca ecc..

 

Ed io rispondo: ma sono sempre dei banalissimi jeans!

La vostra risposta: ma io li metto anche quando esco la sera ed esco in un posto carino!

La mia risposta: se metti i jeans e vai in un posto carino, ovvero elegante, non sarai vestita in modo adeguato, perché il jeans può esserti costato anche 300 euro ma farà sempre la solita funzione, da jeans… ovvero capo casual… Non c’è niente da fare! Quando siete così potrei mettervi un cannone vicino al viso che rischiereste la vita pur di sostenere le vostre ragioni!

Ma il mio compito è un altro, aprirvi gli occhi, smetterla con gli acquisti a casaccio e programmando anche il vostro shopping sarete soddisfatte perché avrete un outfit per ogni occasione.

Una domanda mi sorge spontanea? Quante ore perdete davanti all’armadio perché questo pantalone non va bene con questa maglietta oppure sì questo mi piace, ma non ho le scarpe!

Siete un incubo!

Non si fa così!

Anche io sono una paladina del mix and match ovvero mixare capi più pregiati ad altri che lo sono meno, ma dipende che cosa fate nella vostra vita e dove dovete andare.

Facciamo un po’ di conti…
Autunno-8Per esempio quei famosi 30 tubini estivi.. stiamo bassi.. saranno costati anche 30 euro l’uno, ma 30×30= 900 euro. Con quei soldi prima
di tutto vi sareste potute permettere una personal shopper per evitare di combinare questo guaio e in secondo luogo con il restante vi sareste prese almeno 3 tubini di eccellente taglio e tessuto. Certo magari non sarebbero stati di un brand top, ma chi vi ha detto che quando un capo lo pagate molto, pagate la firma e non la qualità? Non faccio di tutta un erba un fascio, ma dovreste stare attente.

Io da sempre sostengo il made in italy e ci sono dei brand che a livello di qualità non hanno paragoni con altre marche, almeno per il rapporto prezzo/qualità.Ma la cosa che dovete fare prima di tutto è cominciare a guardare le etichette, confrontare i tessuti,  preferire materiali naturali, altrimenti non ci sarà mai fine e voi affogherete nel vostro armadio insoddisfatte, perché alla fine è vero non avete mai niente da mettervi.

Vi faccio un’altra domanda..

Ma se io invece di quei famosi 30 tubini mi fossi comprata con 900 euro un paio di scarpe, una pochette da sera, una stola, un abitino… avrei avuto un otufit completo che poi avrei potuto spezzare ed integrare con il resto del guardaroba. Capisco che non sia difficile da comprendere, ma da mettere in atto sì.

Mi dispiace molto dirvelo ma gli uomini in questo sono molto meglio di voi. Si affidano, sono metodici. Questo è l’outfit, questo metto. Non ci sono esitazioni. Certo, poi vogliamo parlare degli armadi vuoti? Della serie delle camicie bianche tutte uguali e con lo stesso collo, perché questo mi sta bene… Oppure delle camicie azzurre… dei completi fatti in serie….Beh.. insomma.. ne avrei di cose da raccontare, ma purtroppo mi devo fermare qui!

In questi giorni è arrivato l’autunno, approfittiamone e cerchiamo aprendo il nostro armadio di buttare quello che è lì fermo da molti anni e occupa solo spazio, cerchiamo di fare nuovi outfit quando abbiamo 5 minuti di tempo e fotografiamoli, facciamo una check list dei capi e accessori che ci mancano e soprattutto definiamo un budget per sfruttarlo al meglio! Quando si compra a caso o per impulso si sbaglia sempre!

Ragionate prima di comprare e fatevi questa domanda: ma mi serve davvero?

Se sì che qualità è? Dove lo producono? Cosa dice l’etichetta? Di che materiale è composto? Di che colore è? Mi dona? E’ un colore della mia palette (vedi analisi cromatica)? Il tessuto è morbido, rigido, sostenuto? Si adatta al mio fisico (vedi studio della figura)? Ho già qualcosa nell’armadio con cui abbinarlo? Rientra nel mio budget?

Se un capo risponde positivamente a tutte queste domande allora è un acquisto giusto e sono sicura che non finirà in fondo all’armadio! Sarà dura lo so, anzi molto dura, ma vedrete che poi quando comprerete qualcosa di veramente utile e che vi dona sarete immensamente felici!

Lo so che queste parole per molte di voi saranno come aria nel vento e voleranno via senza essere ascoltate … ma se anche una sola di voi si fermerà a riflettere su quello che ho scritto allora la mia missione impossibile non sarà più così impossibile! Street Style ParigiBuon antunno a tutte e mi raccomando non voglio più vedere il nero nei vostri armadi!!!

Altra missione impossibile…. Ma ce la faremo anche questa volta!

 

 


2 Comments

  1. Carino il tuo blog!! Me la faresti una consulenza un giorno?:)

    • Silvia Personal Shopper

      Certo che sì! Ti aspetto a Milano i miei contatti li trovi in alto a destra! A presto.
      Silvia

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *