Accessori

 

Uno spazio speciale sul mio sito e sono sicura anche nel vostro cuore hanno gli accessori. Le scarpe sono ormai un feticcio e che dire delle borse? Io, personalmente, le preferisco rispetto ad un bell’abito, fanno la differenza sempre e comunque! Con loro si può sempre osare senza risultare ridicoli. Bisogna però fare attenzione quando si prediligono colori accesi o tessuti e stampe particolari; in questo caso è utile abbinarli ad un abito tinta unita dal taglio sobrio e regolare, a un paio di classici jeans, o ad un tailleur, in relazione all’occasione richiesta.

Questa stagione è ricca di colori vivaci e forme comode che però non escludono a priori l’eleganza.

Finalmente possiamo sentirci belle e alte con le zeppe, ma senza soffrire troppo, anche se devo ammettere che per la sera o una occasione elegante il tacco sottile è sempre d’obbligo. Infatti niente ha il potere di far sembrare la gamba così lunga e il piede così piccolo come un tacco vertiginoso. Se non li avete mai portati siete sempre in tempo per imparare a partire da ora: il vero trucco sta nel cominciare a camminare sollevando il piede più stabile e appoggiando poi solo la parte anteriore dello stesso. Durante la camminata vi verrà naturale un leggero ancheggiamento. La schiena deve essere dritta e le spalle basse, per non sbagliare vale sempre l’esercizio con il libro sulla testa (quando riuscirete a camminare coi tacchi senza farlo cadere allora sarete a buon punto).

Calze: se non siete delle temerarie e non affrontate l’inverno a gamba nuda, vi consiglio il 40 denari è indistruttibile, personalmente le preferisco in microfibra, sono più morbide. Logicamente se l’evento è formale si dovrà puntare su un 15 denari.

Devono essere sempre di una tonalità uguale o più chiara rispetto alle scarpe che possono essere invece a loro volta più scure anche dell’abbigliamento indossato.

 

Il suggerimento: utilizzare oggetti vintage mescolandoli a quelli contemporanei è sempre una scelta perfetta, anche se è difficile trovare l’armonia giusta tra scarpa, abito e borsa.

L’importante è non esagerare rischiando di sembrare appena uscita da una rivista magari anni ’50. Il richiamo ad un periodo particolare deve essere chiaro, ma allo stesso tempo rivisitato in chiave attuale; lo stesso deve valere per capelli e trucco.


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *